strada di Gazzolo 32, 43019 Castellina di Soragna (PR)

settembre, 2023

“Terra Incognita Autunno” rassegna di incontri a Fidenza

15sett01ott“Terra Incognita Autunno” rassegna di incontri a Fidenza

Dettagli

Dal 15 settembre al 1 ottobre 2023

“TERRITORI – COMUNITÀ – DEMOCRAZIE”

L’edizione settembrina di TERRA INCOGNITA nasconde alcune domande chiave nel suo ricco programma, che si snoda tra il 15 settembre e il 1 ottobre con un weekend speciale tra il 22 e il 24 settembre.

PROGRAMMA

Venerdì 15 settembre, ore 21.00
Teatro Magnani di Fidenza

Ma chi me lo fa fare?
Come il lavoro ci ha illuso: la fine dell’incantesimo
Conferenza-spettacolo
di Maura Gancitano e Andrea Colamedici
Tlon è un progetto di ricerca e divulgazione culturale e filoso- fica ideato da Maura Gancitano e Andrea Colamedici, filosofi e scrittori: una factory culturale, una casa editrice, due librerie e un’attività di divulgazione che mescola cultura alta e bassa, analizzando bisogni e significati del nostro tempo e mettendo in connessione l’ambiente accademico con il mondo pop. Ed è, stando a un racconto di J. L. Borges da cui hanno preso il nome, un pianeta immaginario. Nel loro ultimo libro “Ma chi me lo fa fare? Come il lavoro ci ha illuso: la fine dell’incantesimo” ci guidano a ripensare il concetto di ‘lavoro’, per capire come, quando, dove, ma soprattutto perché lavoriamo. Per fare del lavoro uno strumento di educazione al vivere comune.
INGRESSO GRATUITO FINO A ESAURIMENTO POSTI LIBERI
PRENOTAZIONI: teatromagnani@ater.emr.it

Venerdì 22 e sabato 23 settembre
MyCinema, Via Mazzini 3/C, Fidenza
Che Occhi Grandi che Hai! Il lupo, l’uomo e il cane (quando il lupo incontra il cane)
A settembre sarà #fidenzacapitaledeilupi.
Insieme all’annuale rassegna, giunta alla sua quinta edizione, #CHEOCCHIGRANDICHEHAI (che quest’anno diventerà workshop per dare modo a tutti di approfondire un argomento specifico, quello del rapporto tra il lupo, l’uomo ed il cane in cui interverranno il prof. Paolo Ciucci ed il dott. Luigi Molinari), l’Osservatorio Lupi Fidenza ha organizzato sempre in occasione di Terra Incognita anche Ecce Lupo, spettacolo teatrale scritto da Giuseppe Della Misericordia, interpretato da Davide Fabbrocino con la regia di Andrea Robbiano.
Tutti gli eventi, in collaborazione con Osservatori Lupi Fidenza, WWF Parma e Comune di Fidenza, sono gratuiti e si svolgeranno presso la sala MyCinem@ a Fidenza in via Mazzini, 3/C (Ex Macello).

PROGRAMMA RASSEGNA OSSERVATORI LUPI FIDENZA
Venerdì 22 settembre, ore 20.45
LA DOMESTICAZIONE DEL CANE
Il prof. Paolo Ciucci ci offrirà una sintesi di quello che oggi sappiamo sulla origine della domesticazione del cane e di quali siano stati i processi evolutivi che hanno portato in tempi (evolutivamente) brevi alla diversificazione del cane dal suo progenitore selvatico, che è appunto il lupo, e anche alla diversificazione delle tante razze canine.
Sabato 23 settembre, ore 16.30
QUANDO IL CANE INCONTRA IL LUPO
Verranno approfondite le due possibilità estreme: l’accoppiamento lupo-cane (che genera animali ibridi mettendo a rischio il corredo genetico originale del lupo italiano) oppure la predazione del lupo su cane.
Per tale motivo l’incontro sarà suddiviso in tre parti con i seguenti orari di massima: Prima Parte 16:30-17:15: l’ibridazione a cura del Prof. Paolo Ciucci.
Seconda Parte17:15-18:00: la predazione del lupo su cane a cura del Dott. Luigi Molinari. A seguire domande dal pubblico.

Sabato 23 settembre, ore 10.00 
Teatro Magnani di Fidenza
Bella la Crisi Climatica, ma Non ci Vivrei!
Conferenza-spettacolo
Giovanni Mori
Laureato in Ingegneria per l’ambiente e con un Master in Energy Engineering, collabora con Save the Planet APS, Si occupa di divulgazione scientifica ed è consulente di aziende per analizzare la sostenibilità, le emissioni e ridurne l’impatto ambientale. Collabora con LifeGATE: è host del podcast giornaliero “News dal pianeta Terra”.
In veste di portavoce di FridaysForFuture Italia, ha partecipato a diverse audizioni in Commissione Ambiente alla Camera dei Deputati. Con lo spettacolo-conferenza “Bella la crisi climatica, ma non ci vivrei” cerca di mettere ordine nel caos della comunicazione climatica degli ultimi anni, per capire, con basi scientifiche, cosa sta accadendo al nostro pianeta, chi sono i responsabili e le misure più efficaci da applicare in ogni contesto, individuale e collettivo.
Con la partecipazione delle scuole superiori di Fidenza.
INGRESSO GRATUITO FINO A ESAURIMENTO POSTI LIBERI
PRENOTAZIONI: teatromagnani@ater.emr.it

Sabato 23 settembre, ore 11.30
Ridotto Teatro Magnani Fidenza
La cittadinanza attiva all’epoca delle Pandemie e delle Guerre
Agnese Bertello
Facilitatrice, esperta di progettazione partecipata. Dopo essersi occupata di contesta- zioni territoriali legate alla realizzazione di opere e infrastrutture, ha deciso di formarsi con Marianella Sclavi nella facilitazione per la gestione dei conflitti. Dal 2016 fa parte di Ascolto Attivo e si occupa di progettare e condurre percorsi partecipativi, di dialogo e confronto con le comunità ispirati al Dibattito Pubblico.
Daniela Ciaffi
Insegna Sociologia urbana al Politecnico di Torino. Svolge attività di ricerca-azione sulla democrazia contributiva e sulla partecipazione degli abitanti alle trasformazioni della città e del territorio. È vicepresidente di Labsus, il laboratorio per la sussidiarietà che promuove l’amministrazione condivisa dei beni comuni in Italia e all’estero in centinaia di realtà locali del nostro Paese.
Elena Farnè
Architetto, lavora nel campo della rigenerazione urbana e ambientale con particolare attenzione ai temi dello sviluppo locale sostenibile delle città e dei territori, del riuso di spazi e patrimoni dismessi e dell’attivazione delle comunità locali in processi di partecipazione e innovazione sociale, culturale, ambientale. In questo ambito si occu- pa anche di formazione di professionisti e di enti e comunità locali.

Sabato 23 settembre, ore 18.30
Ridotto Teatro Magnani, Fidenza
Trafficanti di natura
Presentazione libro
Rudi Bressa
Giornalista ambientale e scientifico, collabora con varie testate nazionali e internazionali occupandosi di cambiamenti climatici, transizione energetica, economia circolare e conservazione della natura.
È membro di Swim (Science writers in Italy) e fa parte del board del CLEW Journalism Network. I suoi lavori sono stati supportati dal Journalism Fund e dalI’IJ4EU (Investigative Journalism for Europe).
Nel suo ultimo libro inchiesta, “Trafficanti di natura” (Codice Edi- zioni), attraverso la lente del traffico illegale di specie selvatiche, indaga la minaccia alla biodiversità del pianeta e a tutti noi.

Sabato 23 settembre, ore 21.00
Teatro Magnani, Fidenza
Le coordinate della felicità e altre storie di evoluzione
Dialogo
Gianluca Gotto
Nato a Torino, da dove è partito a vent’anni, ha vissuto in Australia e poi in Canada. Ha fatto della scrittura un lavoro a tem- po pieno e del viaggio uno stile di vita. Ad oggi è un nomade digitale: scrive articoli e libri mentre gira per il mondo, facendo base in Asia. Sul suo blog “Mangia Vivi Viaggia” condivide le sue esperienze di vita e di viaggio. Il suo TEDx “Come essere felici ogni singolo giorno” è tra i più visualizzati di sempre in lingua italiana. Ha pubblicato “Le coordinate della felicità”, “Come una notte a Bali”, “Succede sempre qualcosa di meraviglioso”, “La pura vida” e il suo ultimo libro “Profondo come il mare, leggero come il cielo” (Mondadori, 2023).
INGRESSO GRATUITO FINO A ESAURIMENTO POSTI LIBERI
PRENOTAZIONI: teatromagnani@ater.emr.it

Domenica 24 settembre, ore 9.30
Piazza Garibaldi, Fidenza
In caso di maltempo Ridotto Teatro Magnani
Manifesto per un’educazione civica alla scienza
Presentazione libro
Nico Pitrelli
Responsabile dell’Unità relazioni con i media e comunicazione della SISSA (Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati) di Trieste e direttore del Master in Comunicazione della Scienza “Franco Prattico” presso la stessa istituzione. È stato Communication manager dell’EuroScience Open Forum – ESOF2020 Trieste. È autore o co-autore di numerosi saggi sul rapporto tra scienza e società, tra cui “Il giornalismo scientifico” e, con Chiara Tallacchini, “Manifesto per un’educazione civica alla scienza” (Codice Edizioni)
Mariachiara Tallacchini
Professore ordinario presso la Facoltà di Economia e Giurisprudenza dell’Università Cattolica di Piacenza, dove insegna “Filosofia del diritto”, svolge da molti anni il corso di “Scienza e diritto” presso il Master in Comunicazione della scienza della SISSA di Trieste. I suoi principali interessi riguardano la regolazione giuridica della scienza e i rapporti tra scienza e democrazia. Ha collaborato con la Commissione Europea in qualità di esperto e valutatore di progetti e ha lavorato presso il Joint Research Center (JRC) di Ispra sull’etica delle Information and Communication Technologies (ICT).

Domenica 24 settembre, ore 17.30
MuMAB – Museo Mare Antico e Biodiversità LOCALITÀ SAN NICOMEDE, 29
Un Paese verdissimo, le sue api e altri abitanti
Presentazione libro
Gianumberto Accinelli
Entomologo e scrittore, trasmette la sua passione per la natura in progetti di eco-narrazione.
Ha scritto numerosi libri tra cui “Verde come l’Italia”, “La meravigliosa vita delle farfalle”, “La meravigliosa vita delle api” e “I fili invisibili della natura”, pubblicato in Germania, Cina e Spagna, e vincitore del prestigioso premio Deutscher Jugendliteraturpreis. Racconta storie di natura alla radio (“Il volo del mattino” di Radio Deejay e “Ovunque6” di Rai Radio 2).
È stato selezionato dal Corriere della Sera tra le venti persone che stanno cambiando l’Italia.
INFO E PRENOTAZIONI AL MuMAB: sul sito del MuMAB – Museo Mare Antico e Biodiversità https://millepioppi.it/events/
(fino a esaurimento posti)

Domenica 24 settembre, dalle ore 19.00
Piazza Garibaldi, Fidenza
La festa multiculturale del CIAC
CIAC (Centro Immigrazione Asilo e Cooperazione Onlus)
Incontro e concerto
Una giornata dedicata alla comunità Kurda divisa in 3 momenti.
UN’UTOPIA CONCRETA
Laboratorio Kurdistan: inclusione, parità di genere, ecologia.
Incontro- dibattito con Ylmaz Orkan responsabile UIKI (ufficio informazione Kurdistan in Italia), portavoce della comunità kurda italiana e membro del Consiglio nazionale del Kurdistan (KNK)
APERICENA A BASE DI CUCINA KURDA
MUSICHE KURDE CON ASHTÌ ABDÒ E IL SUO COMPLESSO
Evento realizzato nell’ambito della rassegna “Aghemadandèr. La comunità in cammino: musiche, culture e incontri” organizzato da SoundTrack APS, CIAC Onlus, Centro Interculturale di Parma e provincia, con il supporto di CSV Emilia, nell’ambito del progetto SAI Terra d’ Asilo.

Sabato 30 settembre, ore 18.00 e ore 21.00
MyCinema, Via Mazzini 3/C, Fidenza
“ECCE LUPO” Uno spettacolo sul lupo
con Davide Fabbrocino
regia Andrea Robbiano
di Giuseppe Della Misericordia
In collaborazione con Osservatorio Lupi Fidenza, WWF Parma e Comune di Fidenza
Davide Fabbrocino
Attore, presentatore e intrattenitore, ha studiato teatro con l’accademia d’arte drammatica “I POCHI” di Alessandria. Si è perfezionato con vari workshop e ha collaborato con molte realtà del teatro genovese e milanese, fino a conoscere il laboratorio di Zelig sotto la guida di Carlo Turati. Con il suo teatro porta in scena monologhi su ambiente, lavoro, storia, amore e diversità.
INGRESSO GRATUITO • Per info e prenotazioni: fidenza@osservatoriolupi.it

RASSEGNA CINEMATOGRAFICA

MY CINEMA, VIA MAZZINI 3/C, FIDENZA
Ingresso gratuito. Prenotazione consigliata: Tel. 345 9192180

Venerdì 29 settembre, ore 21.00
After Work
Un documentario che racconta una realtà in cambiamento, quella del lavoro, e di come la maggior parte degli impieghi presenti oggi sia destinata a scomparire in un prossimo futuro, a causa dello sviluppo tecnologico. Quest’ultimo ha già portato l’uomo a riflettere sul ruolo del lavoro nella sua vita, poiché la tecnologia aumenterà il tempo libero a sua disposizione.

Domenica 1 ottobre, ore 18.00 e, in caso di sold out della prima proiezione, ore 21.00
Manodopera (Interdit aux chiens et aux Italiens)
L’emigrazione italiana in Francia in un film in stop motion poetico e personale. Premio della giuria ad Annecy. Ha vinto un premio all’European Film Awards. Ughettera, borgo d’origine della famiglia Ughetto che attraverserà, con la propria condizione di contadini ed operai, la prima metà del ‘900. Vivrà le guerre a cui gli uomini saranno chiamati e sarà costretta dalla povertà ad andare a cercare il lavoro dove c’è, cioè all’estero, dove però si trova anche la discriminazione per i ‘macaroni’.

 

Più info sulla rassegna:

Una domanda è questa: stiamo forse perdendo l’occasione, che ci è stata brutalmente offerta dalla pandemia, di ripensare il mondo? Era un obiettivo troppo ambizioso? O era magari l’unico obiettivo davvero ragionevole?
Stiamo parlando dell’occasione di “volare alto”, di sciogliere il dilemma del rapporto tra ambiente, società, economia, tecnologia e politica creando finalmente le condizioni perché la tecnologia diventi uno strumento costruttivo nelle mani di una politica di qualità, mirata al bene comune, e di una economia di giustizia per le persone e per l’ambiente, in una democrazia rinnovata, in contesti sociali e lavorativi generativi, in città e campagne salubri e nel contesto di relazioni sane, inclusive e solidali.
Sono temi importantissimi che portano tutti in qualche modo una data di scadenza, se consideriamo la sostenibilità in un senso più ampio.

Ecco perché TERRA INCOGNITA stavolta si concentra intorno alle tre parole chiave “Territori – comunità – democrazie”, interrogandosi sul significato del lavoro negli anni Venti del terzo millennio, sulla crisi della democrazia, sulle forme di cura di questo modello così fragile e potente di gestione del potere e sui territori del nostro Paese che già oggi rivelano schegge brillanti di un futuro possibile. Si parlerà anche del ruolo della scienza nella società, e quindi di cittadinanza scientifica a fianco della cittadinanza attiva e, aggiungerei, della “cittadinanza diffusa”, in cui diritti e doveri sono equilibrati e funzionali ad un progetto comune.
Ci saranno gli incontri dedicati all’ambiente, sempre più un nostro nodo fondamentale.

Questa edizione ha due partner di contenuti: l’Osservatorio Lupi Fidenza, che ospitiamo di nuovo con gioia nel nostro programma, e il CIAC, Centro immigrazione asilo e cooperazione onlus, con la festa multiculturale dedicata al Kurdistan. Ma andiamo in ordine.

Si decolla il 15 settembre con un duo di filosofi ormai molto noto al pubblico, TLON, con una conferenza/ spettacolo che ruota attorno al lavoro e a come ci ha illuso e incantato nell’attuale modello socioeconomico.

Ed ecco gli appuntamenti con l’Osservatorio Lupi Fidenza: i suoi volontari ritornano con i due momenti di “Che occhi grandi che hai”, approfondendo il rapporto tra lupo, uomo e cane, con la competenza di altissimo livello di Paolo Ciucci e Luigi Molinari. Stavolta però l’Osservatorio si supera, proponendo anche uno spettacolo teatrale con Davide Fabbrocino (“Ecce Lupo”).

Giovanni Mori ci propone il suo spettacolo “Bella la crisi climatica, ma non ci vivrei”, con un occhio particolare alle scuole superiori, ma con una competenza e presenza politica che interessa tutti noi da vicino.
Continueremo a parlare di politica e di democrazia con tre professioniste di grande valore ed esperienza sui processi partecipativi, i patti di sussidiarietà e la cittadinanza attiva: Agnese Bertello di Ascolto Attivo, Daniela Ciaffi di Labsus ed Elena Farnè.
Tutte loro, in varia misura, sono state chiamate ad aiutare il Comune di Fidenza nei propri ormai numerosi percorsi di partecipazione e coprogettazione con i cittadini, che hanno avuto un impatto importante su tanti aspetti della città, compresi gli investimenti del PNRR; potranno aggiornarci e dialogheremo con loro sullo stato della democrazia non solo in Italia.

Rudi Bressa ci presenterà la sua inchiesta sui “trafficanti di natura”, ovvero sul commercio internazionale illegale di animali e piante, con la sua enorme rilevanza economica e le sue ripercussioni su perdita di biodiversità e salute.
Viaggeremo per il mondo anche con Gianluca Gotto, ma in modo molto diverso rispetto a Rudi. Il noto viaggiatore/scrittore ci porterà ad esplorare luoghi lontani, di fatto anche alla scoperta della natura umana.
A proposito di territori: Luigi Casanova, Tommaso D’Errico e Luca Martinelli dialogheranno sui “territori che ripensano sé stessi: lezioni di futuro dalle terre alte alla pianura”. Un appuntamento estremamente ricco di spunti per immaginare un equilibrio nuovo tra lavoro, rispetto dell’ambiente, valorizzazione dei luoghi e ricostituzione di comunità sane e vitali.

Osman Arrobbio propone in modo originale, da sociologo, un tema molto caro a Fidenza e di straordinario rilievo: l’energia. Osman ci condurrà ad approfondire i contenuti del suo libro dedicato alla Sufficienza Energetica, concetto nuovo e stimolante.

Poi ci trasferiremo al MuMAB, Museo Mare Antico e Biodiversità, che ha già ospitato un nostro appuntamento di primavera con grande successo.
Nel contesto bellissimo del Parco e del Museo, Nico Pitrelli e Mariachiara Tallacchini, scienziati della SISSA di Trieste, prestigioso centro di ricerca di eccellenza internazionale, ci accompagneranno ad approfondire il delicatissimo concetto di cittadinanza scientifica, con il loro “Manifesto per una educazione civica alla scienza”.
Con l’entomologo Gianumberto Accinelli, invece, parleremo dell’Italia verde e di come si è evoluto nel tempo il rapporto tra società e ambiente, e saremo introdotti alla scoperta dello straordinario mondo delle api, fondamentali indicatori biologici e sua grande passione.

La Festa Multiculturale del CIAC dedicata al Kurdistan chiude gli appuntamenti con un momento di riflessione ma anche di assaggio della cucina curda.
Anche questa edizione è accompagnata da una mini rassegna cinematografica, tutta dedicata al lavoro, con due film recentissimi sull’argomento: “After Work” di Erik Gandini e “Manodopera (Interdit aux chiens et aux Italiens)” di Alain Ughetto.

 

Per maggiori informazioni: www.comune.fidenza.pr.it

Mostra altro

Quando

Settembre 15 (Venerdi) 21:00 - Ottobre 1 (Domenica) 23:59

Luogo

FIDENZA

Other Events

Recupera direzioni