Eventi

  • 37712862
  • 37713049
  • 37713060

PARMA 2020

Il titolo è stato assegnato questa mattina durante la cerimonia pubblica nella sede del Ministero, a Roma, alla presenza del Ministro dei Beni e delle Attività culturali Dario Franceschini. "Battute" le città di Agrigento, Bitonto, Casale Monferrato, Macerata, Merano, Nuoro, Piacenza, Reggio Emilia e Treviso.

Il Sindaco Federico Pizarotti: "Parma, la nostra bellissima Parma, Capitale Italiana della Cultura 2020, ce l'abbiamo fatta! Ora posso davvero dirlo: è stato un lavoro corale, intenso, difficile, appassionato e incessante. Un grande lavoro che ha compiuto insieme tutta la città. Nessuno escluso, e quando Parma resta unita non la batte nessuno. Nessuno. Una città che ha marciato in una competizione per questo importante problema.

Se mi guardo indietro pensando all'inizio, nel 2012, mi viene da pensare questo: che cammino incredibile che ha fatto la nostra città! Che cammino incredibile ed entusiasmante. Ringrazio tutti di cuore, davvero: l'assessorato alla Cultura, le forze imprenditoriali e produttive, l'Università, il comitato scientifico di # Parma2020, le associazioni, i parmigiani stessi, la mia Giunta e tutti i dipendenti comunali che insieme a noi hanno lavorato al grande progetto. Nell'euforia vorrei non scordare nessuno.

Ora, il tempo di toccare il cielo con un dito e poi subito un lavoro, subito immersi in questa grande avventura che è Parma Capitale Italiana della Cultura. Con il cuore siamo qui, un successo, ma con la mente siamo già al domani: pronti per fare una bellezza italiana ed europea. Sempre verso cose più grandi ".

L'assessore alla Cultura Michele Guerra: "Oggi inizio un percorso decisivo per la nostra città, una scommessa di trasformazione culturale. Parma 2020 non è un'etichetta o un premio da esibire, è una responsabilità enorme che ci pone sotto gli occhi di tutto il Paese e non solo.

Il pensiero e il pensiero di chi ha visto a Parma il progetto più forte e il modello su cui investire ". Grande soddisfazione anche da "Parma, io ci sto!" Che ha sostenuto la candidatura di Parma a Capitale Italiana della cultura 2020 presentata dal Comune di Parma. L'Associazione di imprenditori e imprese del territorio di Parma, ha accettato da tempo creduto nella sfida e nel progetto ed ha contribuito a definire la candidatura.

"Siamo felici e profondamente orgogliosi di questa vittoria - afferma Alessandro Chiesi, presidente dell'Associazione -. Fin dalla candidatura ufficiale la città ha successo sul sostegno di "Parma, io ci sto!". Abbiamo lavorato moltissimo negli ultimi due anni, siamo arrivati ​​in Italia, in una nuova vita e in un lavoro di squadra che oggi ha dato i miei sperati e meritati. Oggi come non mai siamo fieri di essere parmigiani e non vediamo l'ora di partire con questa nuova importantissima occasione per tutti ".

Lettera di Franco Maria Ricci